Per una letteratura dal volto umano: l’alibi della cattiva coscienza nei romanzi di Svevo e il Futurismo e l’opera di Aldo Palazzeschi [ID S.O.F.I.A.: 18679]

a cura di Loescher Editore

FORMATORE: TELLINI Gino

DESTINATARI: Docenti della scuola secondaria di II grado

L’iniziativa formativa intende indagare due capitoli significativi di storia letteraria tra fine Ottocento e primo Novecento:

Svevo romanziere: gli alibi della cattiva coscienza
Italo Svevo documenta in modo esemplare i nuovi caratteri di realismo critico e introspettivo del romanzo italiano di primo Novecento. Svevo rifiuta la linea superomistica del quasi coetaneo D’Annunzio, rifiuta la narrativa che porta in primo piano gli «eroi» e il culto della «Bellezza». Guarda piuttosto all’uomo comune, occupato in faccende quotidiane, ma con l’intento di leggergli dentro, per farne affiorare le aspirazioni segrete, i pensieri non confessati, le debolezze travestite da presunzione, gli egoismi camuffati da virtù.

Il Futurismo e l’opera di Aldo Palazzeschi
Il mito della modernità tecnologizzata trova nel Futurismo la prima e determinante manifestazione sul piano internazionale. L’autore che in Italia ha espresso nel modo più originale le istanze innovative del movimento futurista è Aldo Palazzeschi, il grande autore della “leggerezza” e della “diversità”.

Webinar 1  (2 ore)
Webinar 2  (2 ore)

ATTESTATO CONCLUSIVO PER LA FRUIZIONE DI INIZIATIVE ON DEMAND
– SU S.O.F.I.A. [ID S.O.F.I.A.: 18679]: riceverai l’attestato entro due settimane dalla fruizione dell’iniziativa.
– SUL PORTALE, NELL’AREA PERSONALE: riceverai l’attestato il giorno successivo alla fruizione dell’intera iniziativa.

  • 20,00

    (iva inclusa)
    Ore durata: 4
    Poste Pay
    PayPal
    Carta di credito Visa
    Carta di credito MasterCard
    Carta del docente