Insegnare lingua e letteratura italiana, anche a stranieri, e lingue straniere a italiani [ID S.O.F.I.A.: 16597]

a cura di Loescher Editore

FORMATORE: BALBONI Paolo

DESTINATARI: Docenti di italiano LS e L2, docenti di lingue straniere, docenti di letteratura italiana

Un’iniziativa composta da 4 webinar, a cura del prof. Paolo Balboni.
Cercheremo di capire come il teatro operistico e le canzoni , se analizzate accortamente, possano aiutare i ragazzi ad entrare nel mondo della letteratura, oltre che a fornire immagini inedite del nostro paese.
Come motivare gli studenti allo studio della grammatica, fornire il piacere della sistematizzazione.
Gli studenti, come tutte le persone, hanno un loro mix originale delle varie intelligenze, di stili cognitivi e di apprendimento, di motivazione, di background socio-culturale. Gli studenti sono tutti diversi, e tutte le classi sono ‘CAD, Classi ad Abilità Differenziate’. Che differenza deriva nell’apprendimento  linguistico dalle differenze caratteriali?
Quando si parla con uno straniero sono convolte almeno due culture,  due modi di vivere, di pensare, di comunicare, di gesticolare. E se usiamo l’inglese come lingua franca, le cose si complicano: diventa il regno delle incomprensioni, delle gaffe, dei possibili incidenti interculturali.

Webinar 1:  Musica, canzone, opera nell’insegnamento della letteratura italiana nei licei e nei corsi avanzati nel mondo
Nelle storie della letteratura si accenna al melodramma, ma il teatro tra Goldoni e Pirandello è quasi assente – dimenticando che Goldoni ha scritto una settantina di libretti d’opera, che la borghesia nascente nell’Ottocento frequentava l’opera più che il teatro, che da Metastasio a Da Ponte l’opera in italiano ha dominato Vienna, e da Rossini in poi ha dominato Parigi.
Verdi era un personaggio musicale ma ancor più un ‘opinion maker’ politico; Puccini dimostra che quella a cavallo tra i secoli non era un’Italietta, ma era aperta al mondo, dalla Cina e al Giappone, dalla Louisiana e alla California; il teatro verista è scarno, quello operistico è trionfante…
Percorreremo questa storia, parallela a quelle raccontate dai manuali, fornendo materiali gratuito per colmare la lacuna. E cercheremo anche di capire come le canzoni, se analizzate accortamente, possano aiutare i ragazzi ad entrare nel mondo della letteratura, oltre che a fornire immagini inedite del nostro paese.

Webinar 2:  Insegnare la grammatica italiana a stranieri
L’approccio comunicativo è stato spesso interpretato come annullamento, o almeno affievolimento, dell’interesse per la correttezza grammaticale, se non addirittura dell’insegnamento della grammatica. Prassi forse comprensibile per l’inglese, improponibile per una lingua romanza, e forse per tutte le lingue.
Ma cosa è la grammatica: un faro, un fantasma, o piuttosto una realtà biochimica? Come motivare gli studenti? Come dare il piacere della sistematizzazione? Come trasformare la grammatica in intelaiatura che sostiene la comunicazione, anziché in un rosario di regole ed eccezioni?

Webinar 3:  Un docente, tanti studenti: la differenza come fattore di difficoltà nell’insegnamento dell’italiano L1, L2, LS, delle lingue straniere e classiche
Gli studenti, come tutte le persone, hanno un loro mix originale delle varie intelligenze, di stili cognitivi e di apprendimento, di motivazione, di background socio-culturale. Gli studenti sono tutti diversi, e tutte le classi sono ‘CAD, Classi ad Abilità Differenziate’. Che differenza deriva nell’apprendimento  linguistico dalle differenze caratteriali?

Webinar 4:  Insegnare l’italiano a stranieri e lingue straniere a italiani in una logica di comunicazione interculturale
Un nuovo orizzonte per l’idea di approccio ‘comunicativo’: quando si parla con uno straniero sono convolte almeno due culture, cioè due software mentali, due modi di vivere, di pensare, di comunicare, di gesticolare. E se usiamo l’inglese come lingua franca, le cose si complicano: diventa il regno delle incomprensioni, delle gaffe, dei possibili incidenti interculturali, che incidono molto di più di un congiuntivo sbagliato.
Il webinar illustra il problema ma, soprattutto, offre strumenti disponibili gratuitamente  e spesso ignoti al pubblico dei colleghi di lingue e di italiano a stranieri.

ATTESTATO CONCLUSIVO PER LA FRUIZIONE DI INIZIATIVE ON DEMAND
SU S.O.F.I.A. [ID S.O.F.I.A.: 16597]: riceverai l’attestato entro un mese dalla fruizione dell’iniziativa.
SUL PORTALE, NELL’AREA PERSONALE: riceverai l’attestato il giorno successivo alla fruizione dell’intera iniziativa.

  • 25,00

    (iva inclusa)
    Ore durata: 5
    Poste Pay
    PayPal
    Carta di credito Visa
    Carta di credito MasterCard
    Carta del docente